© 2017 – design: andrea basile studio

GONNA DELL'AVVENTO • DESIGN

1.12.2018

 

Da molti anni ormai, a Bergamo, si celebra l’Avvento in un modo affatto particolare. Daniela Gregis sceglie un artista, un architetto o un designer con cui progettare una gonna che ricordi lo scorrere dei giorni verso la nascita di Cristo. Realizzata in un unico esemplare, in prezioso taffetas di seta, la gonna deve in qualche misura potersi costruire, giorno dopo giorno. 

Un “calendario dell’avvento” insomma trasformato in prezioso abito da sera.

La “Gonna dell’Avvento 2018” propone la sovrapposizione di 24 strati di taffettas in gradazioni di colore dai toni caldi ai toni freddi. Ogni strato è leggermente più corto del sottostante. All’inizio del mese di Dicembre lo strato n.1, più vicino al corpo, cade fino a terra e i restanti 23 strati sono arrotolati in vita e fermati con laccetti in tinta. Il secondo giorno viene sciolto lo strato n. 2, il terzo giorno lo strato n.3 e così via finché, la notte del 24 dicembre, cade anche lo strato n.24 e la gonna è completata.

Durante il mese, gli strati raccolti in vita, come un salvagente, vogliono visualizzare, sia pure attraverso un capo di alta moda, le esistenze complesse che una gran parte della popolazione mondiale si trova oggi a vivere: vite ove i vestiti vanno arrotolati, per fuggire o anche soltanto per lavorare. Una dimensione di precarietà che l’Avvento non può dimenticare.

 

 

For many years now, in Bergamo, the Advent is celebrated in a particular way. Daniela Gregis chooses an artist, an architect or a designer to design a skirt that reminds of the flow of the days towards the birth of Christ. Made in a unique item, in precious silk taffeta, the skirt must in some measure be build day after day. 

An "Advent Calendar", in short, transformed into a precious evening dress.

The "Advent Skirt 2018" proposes the overlapping of 24 layers of taffeta in shades of colour from warm to cold tones. Each layer is slightly shorter than the underlying. At the beginning of December, the layer No. 1, closest to the body, falls to the ground and the remaining 23 layers are rolled around the waist and stopped with matching straps. On the second day the layer No. 2 is released, on the third day the layer No. 3 and so on until, on the night of December 24, also the layer No. 24 goes down and the skirt is completed.

During the month, the layers collected at the waist, like a lifebelt, want to visualize, even through a fashion garment, the complex lives that a large part of the world population have to live today: lives where the clothes must be rolled, to run away or even to work. A dimension of precariousness that Advent cannot forget.

 

Data

dicembre 2018

 

Design

Marco Romanelli e Daniela Gregis

 

Collaboratore 

Luca Ladiana 

 

pezzo unico / unique piece

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

ARCHIVE
Please reload