© 2017 – design: andrea basile studio

SHERAZADE • DESIGN

1.4.2007

Ogni tipologia di arredo ha una sua ben codificata origine memoriale,

frutto della sedimentazione degli usi attraverso il tempo. Per il tappeto questa origine si colloca in una fascia geografica che va dall’Oceano Atlantico all’Oceano Indiano, attraverso i territori del mito e della leggenda. “Sherzade” nasce come omaggio a quella tradizione, a quei luoghi e ai racconti che ivi sono nati.

Come la vera Sherazade narrava al Sultano una storia al giorno, per avere salva

la vita, così questo tappeto si compone di una sommatoria di storie antiche,

tutte diverse tra loro. La poetica del collage sfiora qui il culto del frammento,

riletto e dilatato fino ad assumere una contemporanea valenza iconica.

 

Each furniture typology has its well-coded memorial origin; the result of the sedimentation of uses through time. For the carpet, this origin lies in a geographic strip ranging from the Atlantic Ocean to the Indian Ocean through the territories

of myth and legend. "Sherzade" is born as a tribute to that tradition, to those places and to the stories that were born there.

As the true Sherazade told the Sultan a story every night, to save her life, so this carpet consists of a summation of ancient stories, all different. The collage's poetry here achieves the cult of the fragment, reinterpreted and expanded

to a contemporary iconic value.

Tappeto

Sherazade

 

Design

Marta Laudani e Marco Romanelli

 

Collaboratore

Marcello Pinzero

 

Produttore

Driade

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

ARCHIVE
Please reload