© 2017 – design: andrea basile studio

CASA IN VIA ANSPERTO • INTERIORS

2.4.2004

L’edificio in cui si trova questo appartamento è ubicato in una zona della città

che amo particolarmente, fatta di piccole strade con antichi palazzi e giardini

e cortili segreti. In questo caso però, in seguito ad una pesante ristrutturazione anni ‘80, si era completamente perso lo “spirito dei tempi”.

L’appartamento di circa 150 mq si disperdeva in una strana distribuzione circolare, le finiture erano segnate da improbabili marmi e molta radica. La richiesta

della famiglia, una coppia con due figli maschi allora pre-adolescenti, era,

dal punto di vista funzionale, quella di recuperare spazio, sia nelle zone

di rappresentanza (una sala da pranzo) che in quelle più private (camere separate per i ragazzi). Dal punto di vista dello stile progettuale doveva essere rigorosamente (e fortunatamente) evitato ogni tipo di finzione. Lo status della casa e degli abitanti doveva derivare dalla qualità delle finiture e dal lavoro, estremamente attento e puntuale, sulla distribuzione. Domina il colore della sabbia che è poi il colore di certe pietre - qui il bianco di Verona - e di certi trattamenti

sul legno, ad esempio la sbiancatura del rovere. La luce naturale ha assunto

un ruolo fondamentale, in specie nei lunghi mesi invernali: la materia, e persino

gli arredi, dovevano berla! La notevole profondità del corpo di fabbrica

ha poi permesso la creazione di un lungo corridoio (e io amo molto i corridoi!).

 

This apartment is located in an area of ​​the town that I especially love, made

of small streets with ancient palaces and secret gardens and courtyards.

But in this case, after a heavy renovation in the 1980s, the "spirit of the times"

was completely lost. The apartment of about 150 square meters was wasted

in a strange circular distribution, the finishes were marked by unlikely marbles

and a lot of roots. The request of the family, a couple with two preadolescent boys, was, from a functional point of view, to retrieve space, both in the common areas

(a new dining room) and in the more private ones (separate rooms for the boys). From the point of view of the design style it had to be rigorously (and fortunately) avoided any kind of fiction.

The ‘value’ of the home had to come from the finishing quality and the extremely careful and punctual work on distribution: no ostentation. Prevailing is the color

of sand that is the color of certain stones - here the Verona white - and certain treatments on the wood, such as the whitening of oak. Natural light plays a key role, especially in the long winter months: materials, and even furnishings,

had to absorb it! The remarkable depth of the building then allowed the creation

of a long corridor (and I really love long corridors!).

Data

2004

 

Casa in via Ansperto, Milano

 

Progetto

Marco Romanelli con Marcello Pinzero

 

Impresa di costruzioni 

Sogeca - Milano

 

Fotografie

Gionata Xerra con Pier Paolo Mazzola

 

Bibliografia 

D. Sung, “Su misura”, Grazia Casa, 10, ottobre 2010, pp. 176-182

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

ARCHIVE
Please reload