© 2017 – design: andrea basile studio

NUUK • DESIGN

1.4.2001

La natura cui sovente facciamo appello nel nostro progettare non è solo quella

del Mediterraneo, che ci appartiene per nascita, ma anche quella del lontano Nord. Un mondo in cui i riferimenti naturalistici subito si trasformano in riferimenti culturali e le distese ghiacciate traslano nei ghiacciati capolavori di Tapio Wirkkala. Da quel mondo, studiato e amato, nasce il vetro trasparente di “Nuuk”

e il suo condensarsi, alla base, nella frastagliatura di mille “cubetti di ghiaccio”, colti nel momento iniziale del loro scioglimento. La luce, giunta pura sino al fondo, gioca con i rilievi volumetrici, disegnando ogni singolo passaggio e dando sostanza di paesaggio all’oggetto. Il lavorare “sul fondo”, alla base degli oggetti, ove usualmente regna il disinteresse, racconta qualcosa di noi.

 

The nature we often refer in our design is not just the one in the Mediterranean area, which belongs to us by birth, but also that of the far North. A world in which the naturalistic references are immediately transformed into cultural references and the frozen lowlands translate into the frozen works of Tapio Wirkkala.

From that latter world, studied and beloved, is born the transparent glass

of "Nuuk" and its condensation, at the base, in the flow of a thousand "ice cubes", acquired at the initial moment of their dissolution. The light, arrived pure

to the bottom, plays with the volumetric relief, drawing every single passage

and transforming the object in a landscape. To work on the bottom, at the base

of an object, where indifference usually reigns, tells you something about us.

 

Vasi e ciotole

Nuuk

 

Design

Marta Laudani e Marco Romanelli

 

Produttore

Driade

 

Descrizione

Vetro trasparente soffiato in stampo

 

Dimensioni

35x6h

30x15h

8x35h

30x8h

25x12h

15x30h

22x45h

 

Premi

Menzione d’onore al XX premio Compasso d’Oro-ADI, 2004

 

Bibliografia

M. Romanelli, “Oggetti problematici”, Abitare, dicembre 2003,

pp. 107-115 (in particolare p.111)

S. Annichiarico (a cura di), W. Women in Italian design, Corraini, Mantova, p. 211

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

ARCHIVE
Please reload